1

carabinieri forestali animali

 

SORDEVOLO 22-11-2021 Quest’anno, la celebrazione della Giornata Nazionale dell’Albero che cade il 21 novembre, grazie ad una serie di iniziative di educazione ambientale promosse dal Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri su tutto il territorio nazionale ha assunto una dimensione più ampia ed un significato ancora più profondo.

Infatti la tradizionale festa è coniugata con il progetto di educazione ambientale “Un albero per il futuro”, patrocinata dal Ministero dell’ambiente e per la Transizione Ecologica, inserita nel programma ALL4Climate 2021, nonché con il progetto “Radici della Legalità”, che assume come simbolo l’”Albero di Falcone”  al fine di diffondere la cultura della legalità e le vittime della mafia.

A tal proposito uno speciale evento ha avuto luogo a Palermo il 20 novembre 2021 nella Cornice dell’aula Bunker dell’”Ucciardone” dove saranno consegnate ad alcune scolaresche della Sicilia le prime 100 piantine generate dalla duplicazione dell’Albero di Falcone per opera del Raggruppamento Carabinieri Biodiversità e della Fondazione Falcone.

Le talee sono infatti state prelevate dal “Ficus macrophilla columnaris magnoleides” che cresce nei pressi della casa del giudice assassinato per mafia nel 1992 e, ad oggi, grazie a complesse procedure di laboratorio, è stato possibile portarne a radicazione un migliaio.

L’iniziativa prevede la donazione e messa a dimora nelle scuole italiane di circa 50 mila piantine (entro il 2022) a suggerire l’importanza degli alberi per il contenimento dei cambiamenti climatici e la conservazione ambientale. Non a caso le piante messe a dimora saranno geolocalizzate sul sito www.unalberoperilfuturo.it dove sarà indicato anche il reale quantitativo di CO2 assorbito da ciascuna pianta (calcolato con un algoritmo).

A Sordevolo, l’iniziativa è stata riproposta oggi 22 novembre in collaborazione con l’istituto scolastico Eugenio Bona in via C. Vercellone n.1 per gli studenti delle classi terza, quarta e quinta ed ha assunto concretezza con la messa in dimora del Frassino Maggiore (Fraxinus Excelsior) a rappresentare l’Albero di Falcone nell’aiuola antistante l’istituto che un tempo ospitava un albero abbattuto per motivi di pubblica incolumità.

Questa nuova presenza forestale, nella sua crescita, potrà vigilare sui piccoli studenti, invitandoli al rispetto dei valori della legalità e della natura.

Un momento ludico-formativo in cui i Carabinieri Forestali della Stazione competente per territorio hanno omaggiato gli studenti di un quadro personalmente realizzato a rappresentare l’”albero della vita” e che i piccoli hanno ultimato applicando, a costituirne la chioma, le foglie (con la forma del Fregio dei Carabinieri). Alle radici invece, hanno apposto le scritte che richiamano i valori della legalità. Un piccolo gesto a dimostrare la consapevolezza delle nuove generazioni sull’indispensabilità dell’impegno sociale e della salvaguardia ambientale. 

Proprio come il Ficus di Falcone, anche questa pianta sarà fornita dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità e saranno corredati da fascetta QR CODE necessario per la geolocalizzazione ed il conseguente inserimento nel sito internet www.unalberoperilfuturo.it.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.