1

soldi

 

BIELLA 19-11-2020 "Nella più completa confusione

 

il governo preannuncia un 'Ristori quater'. Se vedrà la luce, e non potrà essere altrimenti, sia strumento per dare coerenza e equilibrio agli ultimi decreti legge. Come ha ribadito il presidente Berlusconi Forza Italia mantiene tutti e due i piedi nel campo dell'opposizione, ma lavoriamo in Parlamento e nel Paese per aiutare e salvare l'Italia e gli italiani. Siamo preoccupati per una seconda ondata alla quale il governo si presenta impreparato, non solo sul piano sanitario ma anche su quello economico. Ristori uno, ristori bis, ristori ter e adesso anche la legge di Bilancio, tanti provvedimenti che vanno inquadrati in una visione d'insieme. Ecco perchè un Ristori quater sarebbe l'occasione per dare equilibrio e coerenza alle varie misure varate, evitando soprattutto di sperperare risorse in mille rivoli che non sono funzionali alla ripresa e al rilancio dell'economia. Fare chiarezza perchè diventa sempre più difficile districarsi tra scadenze rinviate per alcuni e non per altri; codici Ateco che valgono per alcuni e non per altri; bonus miseri e non parametrati alle singole necessità. Bisogna guardare ai lavoratori ma anche alle imprese, che necessitano di un sistema che sia equo e proporzionale alle reali esigenze. Questo significa scadenze fiscali proporzionate ad un grande piano di ripresa, ed un meccanismo che liberi le aziende dagli arretrati di sanzioni e pene pecuniarie. Perchè è incomprensibile sanzionare chi ha fatto di tutto per pagare ma lo ha fatto con ritardo. Ecco, questa sarebbe una direttrice giusta da seguire e su cui Forza Italia potrebbe dare il suo contributo". 

Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Gilberto Pichetto Fratin, responsabile nazionale del Dipartimento Finanze e Bilancio.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.