1

consiglio regionale

TORINO – 27-03-2019 – A breve

una delibera regionale sugli appalti riservati alle imprese che si impegnano per l’inserimento di disabili e svantaggiati. Lo annunciano i consiglierei Valle e Rossi. La Regione Piemonte, tra le prime in Italia, si era dotata di una legge che prevedeva una riserva minima del 5% sull’importo complessivo degli appalti non socio-sanitari ed educativi a favore delle imprese ad alta responsabilità sociale. Gli uffici regionali competenti stanno lavorando in questi giorni al fine di pubblicare una delibera regionale che disciplini l'ammontare degli appalti riservati e le tipologie di attività che potranno essere oggetto degli stessi.“A regime si parla di circa 37 milioni di euro l'anno, che potrebbero portare all'inserimento di circa 1.300 persone – spiega il Consigliere Rossi – l'Ufficio regionale cooperazione ha già aperto un tavolo permanente con SCR (la Società di Committenza Regionale) e le Centrali Cooperative. Anche se comprensibilmente sarà la cooperazione sociale la più interessata a questo percorso, la legge incoraggia e premia tutto il mondo dell'impresa ad assumere personale svantaggiato”.

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.