1

SACCAGGI

 

BIELLA 14-10-2019 Prima vittoria della stagione per l'Edilnol Pallacanestro Biella

 

 

che supera al Forum una M Rinnovabili Agrigento ostica e combattiva come il suo capitano Albano Chiarastella, premiato nel prepartita dalla Curva Barlera al parti dell'ex presidente Massimo Angelico. Una bella partita, come speriamo di vederne tante quest'anno, con i ragazzi di coach Galbiati pronti ad affrontare a viso aperto una squadra sicuramente più esperta ma, forse, non altrettanto talentuosa. Siamo solo alla seconda di campionato per cui è ovviamente presto per esprimere giudizi, ma alcune cose viste in campo sono state davvero un piacere per gli occhi. Per altro l'Edilnol aveva iniziato molto male, finendo sotto anche di 12 punti, ma ha saputo reagire riportando in equilibrio la gara nel secondo quarto e dimostrando di avere a disposizione l'energia necessaria per arrivare fino alla fine, tanto da chiudere la gara con il massimo vantaggio.


PRIMO QUARTO - Coach Galbiati schiera Saccaggi, Bortolani, Donzelli, Polite e Omogbo in quintetto, l'allenatore ospite Cagnardi risponde con De Nicolao, Ambrosin, James, Chiarastella ed Easley. L'avvio è folgorante per gli ospiti, che prima si portano sullo 0-4 e poi infilano tre triple consecutive con Ambrosin e James, intervallate da un solo libero di Omogbo. 1-13 e time-out obbligato per Biella dopo 2 minuti e mezzo. I cinque rossoblu rimangono gli stessi ma la musica cambia, infatti l'Edilnol scrive un parziale di 9-2 a proprio favore, con 5 punti di Polite, e si rimette in carreggiata. Easley ferma il break, ma Biella ne aggiunge un altro (7-2) costringendo questa volta Agrigento al time-out sul 17-19. Mancano 3 minuti e mezzo alla sirena, la MRinnovabili si affida alle penetrazioni di James che tra campo e lunetta trova 5 punti, Polite e Omogbo ricuciono ma altri due liberi di Pepe ridanno il +6 agli ospiti che prima della fine allungano con 4 punti di Paolo Rotondo, con chiusura sul 23-30 grazie al canestro in entrata di Omogbo.


SECONDO QUARTO - Ancora spazio in campo per Bertetti e Pollone, cui si aggiungono i centimetri di Barbante che, dopo la tripla di Pepe, va a stoppare Rotondo. Rientra Saccaggi, Pollone segna su una rubata di Massone ma Agrigento continua a colpire dalla lunga con Fontana che infila due triple di seguito per il massimo vantaggio ospite sul 26-39. Time-out Edilnol con 5'50” da giocare e Pepe in lunetta per un 1 su 2, poi due recuperate in difesa consentono a Saccaggi e Bortolani (3 su 3 dalla lunetta) di ridurre lo svantaggio in singola cifra. Altro recupero rossoblu e tripla di Bortolani, Easley sbaglia da sotto, Donzelli elude Chiarastella sotto canestro e segna, Omogbo stoppa e recupera lanciando Polite in contropiede per una schiacciata a due mani più libero aggiuntivo per il -1, Agrigento perde ancora palla in attacco e Bortolani con un pregevole canestro in step-back permette finalmente all'Edilnol di mettere il naso avanti sul 41-40. Mancano 90” all'intervallo e gli attacchi si spengono, almeno fino ai liberi di Chiarastella ed al canestro da sotto di Donzelli. Si chiude con James a fil di sirena, 43-44.


TERZO QUARTO - Si torna ai quintetti iniziali, ma stavolta il punteggio procede con maggiore equilibrio, anche se è Agrigento a segnare sempre per prima, complici anche diversi evitabili errori dell'attacco rossoblu. Donzelli, Bortolani e Saccaggi mantengono l'Edilnol a contatto, almeno sino alla tripla di De Nicolao che a metà tempo vale il 51-57 per la MRinnovabili. Giordano Bortolani fa consumare il bonus falli agli ospiti, conquista liberi e ne trasforma 4 consecutivi, poi però arrivano i canestri sui giochi play-pivot di Rotondo e De Nicolao ed Agrigento torna sul +6, prima che Omogbo, Saccaggi e Bortolani (con una tripla) annullino il gap e rimandino avanti Biella sul 62-61. Si lotta su ogni pallone, anche se non sempre con grande lucidità, due liberi di Massone danno il primo possesso pieno di vantaggio all'Edilnol, Rotondo e De Nicolao rispondono ma il tempo si chiude con la tripla a fil di sirena di Simone Barbante per il 69-65.


ULTIMO QUARTO - Si comincia con un libero di Massone per fallo tecnico agli ospiti, poi Barbante allunga sul 72-65 ma Pepe rilancia i suoi con una tripla allo scadere dei 24” mentre non ha uguale fortuna il tentativo di Bertetti. Nell'azione successiva De Nicolao ruba palla a Massone e segna, rientra Saccaggi ma non si intende con Donzelli permettendo così a James di impattare e riportare avanti i suoi con il libero aggiuntivo. Donzelli replica con una tripla da 8 metri (75-73), Agrigento prova a rispondere con le stesse armi ma va a vuoto in due occasioni, dando modo a Bortolani di riportare l'Edilnol a +4 con una autentica magia sottocanestro. Donzelli lotta come un leone e aggiunge due liberi ma Agrigento non si arrende e ritorna a contatto con la tripla di Ambrosin (79-76). Bortolani non fa una piega e continua ad imperversare nell'area avversaria, Chiarastella graffia la partita con un canestro dei suoi ma negli ultimi 120” si entra con l'Edilnol sull'84-78 grazie alla tripla di Polite dall'angolo. A 1'27” Easley fa due su due dalla lunetta, Biella fa scorrere i secondi e manda in lunetta Omogbo che non sbaglia, costringendo gli ospiti ad accelerare ed a commettere fallo anche se a bonus ampiamente esaurito. Omogbo segna un libero su due, un fallo di Bortolani consegna tre liberi a Pepe che ne trasforma due (87-82), poi tocca di nuovo ad Omogbo che non chiude tutte le porte sbagliando il secondo libero. A scrivere la parola fine ci pensa capitan Saccaggi con palla recuperata, due liberi trasformati e canestro in entrata (con un pensiero alla differenza canestri): 92-82.


Una bella vittoria per iniziare il cammino casalingo e domenica prossima si torna in campo ancora al Biella Forum contro Latina. Biglietti disponibili presso gli uffici del Biella Forum.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.