1

Protezione Civile

ROMA - 07-11-2019 - "La capacità della protezione civile piemontese nelle emergenze è riconosciuta da tutti, ma ora dobbiamo puntare all’eccellenza anche nella prevenzione": così l’assessore alla Protezione civile della Regione Piemonte Marco Gabusi ribadisce l’impegno dell’amministrazione alla prima Conferenza Nazionale delle Autorità di Protezione civile, svolta oggi a Roma alla presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dei rappresentanti di istituzioni, enti, comunità scientifica, volontariato e ordini professionali.


"Prevenzione – sottolinea l’assessore Gabusi - significa innanzitutto avere la possibilità di una gestione locale autonoma e ragionata, dove i primi cittadini hanno un adeguato margine di manovra nella gestione delle emergenze. Occorre a questo punto il supporto dei decisori come la Regione Piemonte per agevolare i processi, eliminare le norme ostacolanti e dare la giusta autonomia alle amministrazioni locali. Ma non solo. Intendiamo anche dare un impulso importante allo sviluppo di un percorso culturale che metta insieme il patrimonio di conoscenza tradizionale dei fiumi con il capitale di saperi dei geologi e con i sistemi di intervento. È inoltre fondamentale lavorare sulla formazione perché si diffonda in Italia la cultura della riduzione dei rischi. Dobbiamo lavorare nelle scuole dove la protezione civile deve diventare un argomento come le altre materie. I giovani sono molto sensibili ai cambiamenti climatici che stanno alimentando una sequenza impressionante di danni da maltempo: dobbiamo puntare su di loro affinché la riduzione del rischio diventi patrimonio comune". Il premier Conte ha sottolineato come la forza del sistema stia nell'integrazione: "Sposiamo volentieri – afferma l’assessore Gabusi - la proposta dell’istituzione di una piattaforma nazionale di allertamento della popolazione che potrà essere utilizzata dai sindaci sul territorio per veicolare messaggi ai cittadini".

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.